Sistemi & Tecnologie
per l'Editoria Digitale

Archivi Digitali



Registrandovi come utenti potrete utilizzare tutti i nostri servizi e accedere alle aree protette del sito.

Download

Versione mobile
Contratto di fornitura.

Autenticazione Utenti

Dimenticata la password?

Richiesta Iscrizione

ver. 2.0 - 2017
6
    

Sezioni:

Premessa
Il Sistema DNS
Il Protocollo ID.EM
Slot ID.EM
Prefissi
Funzioni
Gestione
Attivazione

Login
Pannello di Controllo

Versione mobile

Registrazioni:

Registrazione utenti
Registrazione nuovi prefissi
Listino

Contatti:

Richiesta informazioni


Aevo - Archivi Digitali
Centro di Ricerca per i Beni Culturali

CAR: 61781QLT

Sede legale:
Via Marco Polo, 9 - 65126 Pescara (Italia)
Tel.: (+39) 085.9116906 / (+39) 334.3263556

http://www.archividigitali.it
Id://ArchiviDigitali

P.I.: 01553580687


IL PROTOCOLLO ID.EM


Il Protocollo ID.EM, Internet Domain Evolved Matrix, sviluppato dal CRBC - Centro di Ricerca per i Beni Culturali di → Aevo Online Internet Consulting è un progetto di ricerca nato in seguito all'esigenza di realizzare piattaforme di e-learning in grado di distribuire materiali digitali con medio/alto livello di protezione.

Benché sia attualmente impossibile evitare accessi non autorizzati e copie di materiale digitale in qualsiasi sistema operativo, mediante l'uso di appropriate tecnologie si può almeno conferire alla distribuzione e consultazione del materiale digitale originale un discreto livello di controllo per superare il quale sarà necessaria un'elevata conoscenza delle tecniche informatiche e, soprattutto, una notevole preparazione nei linguaggi di programmazione nonché nei protocolli telematici di rete.

La nostra ricerca si è dunque incentrata principalmente sulla realizzazione di un protocollo autonomo di collegamento tra produttore dei contenuti e utilizzatore. È stato necessario rovesciare completamente il → sistema internazionale DNS (Domain Name System) proponendo una nuova convenzione tecnica che vede il → PREFISSO, e non, come avvenuto sino ad oggi, il suffisso (ad es. com/net/org/it, ecc.) quale elemento significativo e discriminante di un nome di dominio. Si è quindi esteso il protocollo ai nomi IDN (alfabeto internazionale) e ai numerici codificando, in tal modo, gli indirizzi di destinazione (es. Cod.123456) introducendo il sistema dei → CIS (Codici Identificativi Supplementari).

Il nuovo protocollo è totalmente autonomo e non dipende da ICANN: trattandosi di una convenzione internazionale, nulla vieta di creare un circuito alternativo e indipendente che accetti, di concerto, di seguire determinate regole assolutamente trasparenti, dal punto di vista tecnico, agli utilizzatori.

È stato quindi necessario affiancare, al protocollo operativo ID.EM, l'uso di → browser abilitati non solo alla gestione del protocollo stesso ma alla capacità di trattare e gestire i contenuti secondo specifici livelli di protezione direttamente proporzionali ad essi. In sostanza, contenuti open source possono essere distribuiti in modalità grado 0 (G0) mentre materiali soggetti alla legge sul diritto d'autore sono trattati esclusivamente da browser non inferiori a livello G4.

Sia il Protocollo ID.EM che i browser abilitati (IDBrowser) sono stati ideati principalmente per la gestione di piattaforme di e-learning ma sono ideali per il mondo dei beni culturali (editoria, istruzione, arte, ricerca) e in tutti quei casi che richiedono riservatezza e controllo sulla consultazione di contenuti digitali proprietari.

Il protocollo consiste in una nuova metodologia di assegnazione e registrazione di indirizzi Internet denominata END (Experimental Name Domain). Allo scopo viene utilizzato un identificativo (id) al quale viene accostato un complesso di termini, costituito da vari livelli, con proprietà inverse rispetto all'usuale protocollo DNS.
Insieme, identificativo e livelli, costituiscono ciò che tecnicamente viene definito SLOT ("id://x"), ovvero il nuovo protocollo di assegnazione dei nomi di dominio (ID.EM) in metodologia END, completamente indipendente da qualsiasi autorità di registrazione internazionale ma, al tempo stesso, totalmente compatibile con il vecchio protocollo ed estremamente duttile e versatile dal punto di vista gestionale.

Nei domini funzionali il nome identificativo viene preceduto da "id://" senza alcun TLD standard, ad es.:
id://ABerg

ARCHIVI DIGITALI | NUOVI DOMINI | CERTIFICATI | PANNELLO DI CONTROLLO | IDBROWSER | EDITORI | CATALOGO
Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2017